Notizie

Basilica Eufrasiana



È impossibile parlare di Poreč senza menzionare la basilica Eufrasiana. La storia della basilica inizia con il regno dell’imperatore Giustiniano quando il vescovo di Poreč Eufrasio iniziò la costruzione della cattedrale che dioveva sostituire la vecchia basilica cittadina. Una delle più grandi innovazioni implementate da Eufrasio durante la costruzione della nuova basilica è stata la parte orientale che termina con tre absidi. La navata centrale corrisponde a quello più grande di forma politonale dall’esterno, mentre le due navate laterali ricevono il loro abside a forma di rientranza semicircolare della parete che appare piatta dall’esterno. Pensando a questo concetto, per la prima volta nel mondo occidentale, fu costruita una basilica a tre navate con tre absidi di finitura.
Ogni visitatore non potrà che ammirare i mosaici che ricoprono le pareti della basilica. Degna di nota è in special modo l’innovazione iconografica che è stata utilizzata per la prima volta nel mondo occidentale. Più precisamente, nella basilica Eufrasica la Madonna risiede in posizione centrale nell’abside, posto che fino a poco tempo prima era riservato esclusivamente a Cristo. Sette secoli dopo Eufrasio, la basilica è stata arricchita con un altro capolavoro. Nell’anno 1277 fu costruito un grosso ciborio in marmo ad opera di Ottone, il vescovo di Poreč. L’alta tettoia è posizionata su quattro sottili colonne coperte di mosaici, mentre sulla parte frontale si trova lo stesso motivo iconografico che è già presente sul muro dell’abside. Si tratta dell’Annunciazione.
Dopo questa molto breve e concisa introduzione al bellissimo edificio della basilica Eufrasiana di Poreč , tutto quello che rimane da fare è chiamare tutti quanti perché possano vedere e visitare loro stessi questo capolavoro.